Cosa c’è da sapere sulla conservazione degli alimenti

beeopak è il nostro tessuto di cotone biologico imbevuto di una miscela 100% naturale che ha l’obiettivo di conservare i tuoi alimenti freschi e più a lungo di quanto sarebbe possibile in modo naturale.

Per esempio, avvolti in questa magica pellicola, il pane rimane fresco e morbido da 3 a 5 giorni e l’insalata che si avvizzisce dopo 3 giorni in frigo dura il doppio.

Perciò per noi la conservazione degli alimenti è un insieme di tecniche che non va affatto sottovalutata perché ci permette di aiutare l’ambiente ed evitare lo spreco alimentare, anche risparmiando economicamente!

Come vedremo insieme, alcuni cibi come frutta e verdura sono molto deperibili e per questo motivo è necessario conservarli in modo corretto oppure ti troverai costretto a buttarli e ricomprarli il giorno dopo.

Oggi ti spieghiamo come conservare gli alimenti nel miglior modo possibile!

Innanzitutto, ogni alimento richiede delle condizioni particolari di conservazione: può essere conservato nel frigorifero o nel congelatore, ma anche in una dispensa che sia fresca e al riparo dall’umidità oppure in cantina.

Frigorifero

Generalmente, le tecniche che usano le basse temperature (la refrigerazione e il congelamento) conservano gli alimenti in modo molto efficace.

Tuttavia devi sapere che quando riponi gli alimenti nel frigorifero non vai a modificare la loro qualità, ma ti limiti a rallentare la crescita dei batteri pericolosi per la salute senza però bloccarla.

In altre parole, nel frigo i cibi si conservano per quattro o cinque giorni prima di deteriorarsi (ovviamente dipende dagli alimenti) perché la crescita batterica, nonostante sia lenta, continua.

Gli alimenti etichettati con la dicitura Conservare refrigerato e la maggior parte di quelli con l’indicazione Da consumare entro il… devono essere conservati in frigorifero affinché rimangano sicuri sino alla data di scadenza indicata sull’etichetta.

Inoltre, molti prodotti che possono essere conservati a temperatura ambiente come il latte o il brodo liquido nelle scatole, devono essere refrigerati dopo l’apertura.

Ecco quali alimenti puoi conservare nel frigorifero e a quali gradi:

  • cibi cotti, al burro e bevande zuccherate – circa 8 gradi (ripiano più alto del frigorifero);
  • yogurt, formaggi e cartone di latte aperto – circa 5 gradi (ripiani centrali);
  • carne, pesce e affettati – dai 2 ai 4 gradi (sopra il cassetto delle verdure);
  • verdure come insalata, broccoli, ravanelli e la frutta che resiste al freddo come le mele, le pesche e le fragole – circa 9 gradi (cassetto delle verdure);
  • uova, bevande e salse – circa 10 gradi (scaffale della porta del frigo).

Cosa, invece, non conservare nel frigorifero? È meglio non conservare il cibo contenuto nelle lattine e i cibi caldi: trasferisci il contenuto in un contenitore con coperchio e aspetta che si raffreddino!

Fai attenzione anche agli alimenti crudi che possono contenere dei microorganismi che causano malattie e che vengono eliminati durante la cottura: conserva lontano da questi carne cotta e cibi pronti al consumo, per evitare la diffusione dei microbi.

Infine per proteggere i tuoi alimenti è necessario pulire spesso il frigo e utilizzare delle pellicole alimentari.

Prova la nostra pellicola per alimenti riutilizzabile, lavabile ed ecologica: conserva il cibo più a lungo in maniera innovativa!

Congelatore

Gli alimenti congelati possono durare anche molti mesi per questo prima di congelarli ti consigliamo di riporli in una confezione ermetica in cui annotare la data di congelamento!

Una volta scongelati vanno consumati in tempi brevi e mai congelati una seconda volta.

È possibile congelare quasi tutti gli alimenti prima della scadenza indicata dal Consumare entro il…, tuttavia prima di farlo ti consigliamo di controllare sempre le indicazioni riportate nell’etichetta.

Generalmente, puoi congelare carne, pollame, pesce, frutta e verdura, ragù, zuppe e il pane, tuttavia esistono alcuni cibi che non si possono congelare!

Dispensa

Non tutti i cibi necessitano la refrigerazione per essere correttamente conservati. Degli scaffali puliti, asciutti e freschi (al di sotto dei 25°C) sono il posto migliore per conservare il pane appena comprato, gli alimenti secchi, barattoli chiusi, vasetti e bevande chiuse.

Inoltre, molti prodotti come le banane sono sensibili al freddo pertanto non devono essere conservate in frigorifero!

Possono essere conservati a temperatura ambiente e lontano dalla luce del sole, invece, patate e cipolle (per evitare la germinazione) e pomodori, avocado, pere e la frutta col nocciolo (che necessitano di maturare).

La nostra pellicola per alimenti ti sarà utile anche in questo caso: puoi avvolgere il pane e coprire scodelle, recipienti e tanto altro!

beeopak può essere infatti utilizzato per:

  • conservare pane, formaggi, frutta, verdure ed erbe aromatiche;
  • coprire scodelle, recipienti, piatti di portata e insalatiere;
  • congelare alimenti;
  • creare comodi sacchettini per conservare o trasportare cibi;
  • e persino per favorire la lievitazione.

Scopri con il nostro prodotto il contenitore della preparazione della pizza che devi lasciar lievitare oppure avvolgi l’impasto della crostata che deve poi andare in frigo!

Open chat